Un’idea per un week end di degustazione vini in Toscana? Petra, sintesi perfetta tra natura, architettura e viticoltura.

Protetta dalle magnifiche colline Metallifere della Val di Cornia e racchiusa nel cuore verde dei vigneti della Maremma, la cantina Petra a Suvereto rappresenta uno dei luoghi da non perdere per gli appassionati di vino.

Visitare la tenuta non significa solo cogliere la fantastica opportunità di immergersi nel tipico paesaggio rurale della Maremma, ma anche avere la possibilità di degustare i grandi vini di Cantina Petra, godendo di un scenario unico in cui architettura e natura si fondono armonicamente nel segno di una cantina d’autore che porta la firma dell’architetto Mario Botta.

Una vista dall'alto della cantina

Una vista dall’alto della cantina

La tenuta, che custodisce al suo interno sia il capolavoro architettonico che l’azienda agricola, è immersa in ben 300 ettari di vitigni di straordinaria bellezza.

Il suo fascino indiscusso risiede nella totale integrazione col paesaggio circostante: dotata di un unico corpo centrale, il resto della cantina è quasi interamente scavato nella collina. Nella struttura cilindrica viene svolto il processo di vinificazione, mentre nel sottosuolo si sviluppano le gallerie di invecchiamento, uno spazio riservato alle botti e, al termine di un lungo corridoio che giunge fino ad una massiccia parete di roccia, l’Altare di Rivadossi: questo è il luogo della cantina dedicato agli incontri e alle riflessioni.

Particolare dell'interno della cantina

Particolare dell’interno della cantina

Riconoscibile all’esterno anche per la sua maestosa scalinata che dai vigneti raggiunge la sommità, la struttura architettonica assicura ai suoi visitatori un panorama mozzafiato godibile in tutto relax dalla terrazza esterna, con una vista sui vigneti che spazia sul Mar Tirreno e raggiunge le vicine isole.

Altra chicca è la presenza di due luoghi “incantati”, che hanno molto a fare con la storia viticola dell’area di Suvereto: la Vigna della Principessa e il Giardino della Principessa Elisa. Voluti da Elisa Bonaparte per questa zona della Maremma, gli antichi progetti della vigna e del giardino aromatico, sono stati seguiti fedelmente: nel giardino i profumi delle erbe abbracciano il visitatore e sembrano riempire l’aria con un velo di magia.

La vigna di Elisa Bonaparte

La vigna di Elisa Bonaparte

Il ristorante in cantina, aperto su prenotazione, offre la possibilità di degustare e riscoprire i sapori e gli odori della tradizione toscana, assaporando i prodotti tipici locali, ovviamente accompagnati dal giusto abbinamento di vino della tenuta.

Tenuta Petra e la sua Cantina sono sinonimo di ospitalità e scoperta, e rappresentano un’esperienza imperdibile per curiosi ed intenditori, tra profumi, sapori e il verde della Maremma.

Info sulle visite:

Telefono:  +39 0565 845308

Le visite sono possibili solo su prenotazione tutti i giorni per un minimo di 2 persone. La domenica si accettano visite solo per gruppi di almeno 8 persone.

Come arrivare: