Il coniglio alla cacciatora è un piatto consumato molto spesso in Toscana, che risale alla tradizione contadina di quando veniva preparato per i pranzi domenicali della famiglia riunita.

Coniglio-alla-cacciatora-alla-toscana3-1

Coniglio-alla-cacciatora-alla-toscana3-1

La ricetta che vi proponiamo è tratta dal blog di Ricette al Volo, spesso nostri graditi ospiti.

Per la marinatura:

  • 500 ml di acqua
  • 500 ml di aceto bianco
  • aromi a piacere

Il coniglio, per renderne le carni più morbide, va tenuto in ammollo in una soluzione di acqua e aceto almeno un’oretta o anche due ore se avete tempo. A piacere potete aggiungere foglie di alloro, rosmarino e pepe nero in grani per insaporire.

Ingredienti:

  • 1 coniglio in pezzi
  • 5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • 2 rametti di rosmarino e salvi
  • 100 g di olive nere
  • 3 cucchiai di pomodori pelati o passata rustica
  • sale qb
  • pepe

PREPARAZIONE

  • Dopo aver tolto la carne dalla marinatura scolatela e tamponate con della carta assorbente.
  • In una padella antiaderente fate rosolare a fuoco vivace il coniglio insieme all’olio, l’aglio, il rosmarino ed insaporite con sale e pepe.
  • Quando la carne sarà ben rosolata sfumatela con il vino bianco.
  • Evaporato il vino aggiungete anche il pomodoro, meglio se una passata rustica, grossolana e lasciate cuocere lentamente per circa 30-35 minuti, coprendo con il coperchio, controllando e girando ogni tanto.
  • Trascorsa mezz’ora aggiungete al coniglio le olive nere e coprite di nuovo facendo attenzione che il sugo formatosi non si asciughi troppo. Eventualmente aggiungete dell’acqua per allungare i sugo. Fate cuocere ancora per altri 15 minuti circa.
  • A fine cottura spegnete il fuoco, eliminate gli spicchi di aglio, i rametti di rosmarino e salvia e lasciate riposare la carne per qualche minuto. Servite il coniglio alla cacciatora con del buon pane fresco toscano!