Outdoor

Guarda i migliori posti outdoor della Maremma dove praticare sport acquatici; dal kitesurf alla barca a vela la Maremma saprà sorprendervi con la sua natura incontaminata

Castiglioncello e mare: un tuffo alle spiagge bianche

Surf, diving e kitesurf nelle spiagge bianche di Rosignano Solvay, ma anche rilassante vita di mare sulla costa toscana culla dei Macchiaioli. Gioiellino della Maremma costiera e avamposto che apre…

Surf, diving e kitesurf nelle spiagge bianche di Rosignano Solvay, ma anche rilassante vita di mare sulla costa toscana culla dei Macchiaioli.

Gioiellino della Maremma costiera e avamposto che apre le porte alla splendida Costa degli Etruschi, il borgo di Castiglioncello con il suo mare regala scogliere e colline di macchia mediterranea, che non a caso furono ispirazione del movimento artistico più fervido dell’Ottocento, quello dei Macchiaioli. Per la sua bellezza ed esclusività, negli anni ‘60 questa zona fu frequentata anche da personaggi celebri come Alberto Sordi e Marcello Mastroianni, e prescelto come destinazione di Vittorio Gassman nel film “Il Sorpasso”.

Il Castello Pasquini

Il Castello Pasquini

Anche se la vostra meta è la Maremma meridionale e vi trovate nei pressi di Livorno per raggiungerla, d’obbligo è percorrere con l’auto la litoranea che diparte da Antignano: è la vecchia via Aurelia, i cui bellissimi panorami sulla costa vi accompagneranno a scoprire Castiglioncello, i suoi suggestivi dintorni e i tanti modi di vivere il mare.

Il Castello del Boccale

Il Castello del Boccale

Poco dopo l’inizio della strada litoranea, si staglia sulla destra la Torre di Calafuria; spettacolare avamposto a ridosso del mare, fu costruita nel Cinquecento e inserita nel sistema di fortificazioni lungo costa a difesa della città di Livorno. Del sistema difensivo fanno parte anche le vicine torri del Maroccone o del Diavolo, integrate oggi nel Castello del Boccale.

Per ammirarne appieno la bellezza è suggerito scendere sugli scogli adiacenti a Calafuria: sono blocchi di arenaria lavorati dal mare piuttosto piatti e agevoli, ottimi accessi per immergersi nell’intenso blu marino; queste acque riflettono in superficie scorci bellissimi e nascondono un mondo sommerso ricco di angoli altrettanto affascinanti e biodiversità, un vero paradiso per gli amanti del diving. Sotto la scogliera di Calafuria ci sono numerosi siti di immersioni accessibili direttamente da terra, e un’associazione offre escursioni subacquee guidate.

Surfisti nella baia del Quercetano

Surfisti nella baia del Quercetano

Arrivati a Castiglioncello si può godere della classica vita di mare fatta di bagni rinfrescanti, rilassanti letture sotto l’ombrellone o dentro la famosa pineta Marradi, aperitivi e ottime cene di pesce nei ristorantini del suo grazioso centro, da cui si vede ergersi l’ottocentesco edificio del Castello Pasquini; a questo si aggiunge la possibilità di praticare lo sport acquatico per eccellenza, il surf.

Nella baia del Quercetano, vicina al centro e spiaggia principale di Castiglioncello, si formano onde perfette per essere cavalcate; uno spot adatto a surfisti di livello intermedio ma anche ai neofiti, col supporto dei corsi che lo stabilimento balneare della baia offre, perfetto anche per gli amanti del SUP.

Le spiagge bianche di Rosignano Solvay e mare cristallino

Le spiagge bianche di Rosignano Solvay e mare cristallino

Se i boardsport acquatici sono la vostra passione, alle note spiagge bianche di Rosignano Solvay ci sono spesso condizioni ottimali per praticare kitesurf e windsurf. Si tratta di circa quattro chilometri di litorale sabbioso, dove la rena bianchissima crea un contrasto sorprendente con il colore del mare; si trovano nella frazione di Vada, poco a sud di Castiglioncello. Gli sport praticabili nella zona sono diversi e adatti a vari livelli, grazie anche alla presenza di corsi e istruttori per l’avviamento.

kitesurf

kitesurf

Che l’idea sia di una vacanza attiva o in totale relax, Castiglioncello e il suo mare  rappresentano un’ottima meta per soddisfare voglia di mare, svago e divertimento.

Cosa vedere e fare in breve a Castiglioncello e dintorni:

  • Torre di Calafuria: diving e aperitivo al tramonto al bar terrazzato accanto alla torre.
  • Castello del Boccale: fotografare il castello soprattutto in giornate in cui il mare è infuriato.
  • Castello Sonnino: lungo la litoranea in località Romito, ammirare il castello che si erge sul promontorio a picco sul mare, dove il barone Sidney Sonnino decise nell’Ottocento di installarvi la propria residenza.
  • Centro di Castiglioncello: prendere un gelato nella pineta Marradi, shopping nelle boutique, ottime pause del gusto a base di pesce nei molti ristoranti, una bella passeggiata sul lungomare Alberto Sordi.
  • Castello Pasquini: visita nel bel parco circostante e partecipazione ai tanti eventi culturali e artistici organizzati soprattutto nel periodo estivo.
  • Baia del Quercetano: surf e classica giornata di mare, adatta anche ai bambini.
  • Spiagge bianche: kitesurf, windsurf, passeggiata rilassante fuori stagione con il proprio fido (area spiaggia dedicata ai cani anche durante il periodo estivo).

Come arrivare

Nessun commento su Castiglioncello e mare: un tuffo alle spiagge bianche

Talamone, le spiagge una volta dei pescatori, oggi meta dei kitesurfer

Un paradiso per gli amanti di windsurf e kite, ma anche per chi desidera trascorrere lunghe e tranquille giornate nel mare cristallino della costa della Maremma Toscana. Piccolo quanto grazioso,…

Un paradiso per gli amanti di windsurf e kite, ma anche per chi desidera trascorrere lunghe e tranquille giornate nel mare cristallino della costa della Maremma Toscana.

Piccolo quanto grazioso, il borgo di pescatori di Talamone sorge sul promontorio roccioso che domina il golfo, da una parte lo splendore dell’Argentario e della Feniglia e dall’altra i tesori naturali del Parco della Maremma.

Dal centro storico che affonda le sue origini in epoca etrusca e che ha mantenuto il suo aspetto medievale si staglia la Rocca Aldobrandesca: una fortificazione del XIII secolo che, in epoca moderna, fu luogo di raduno dei volontari che si imbarcarono per la spedizione dei Mille di Garibaldi.

La Rocca Aldobrandesca di Talamone

La Rocca Aldobrandesca di Talamone

Il borgo è deliziosamente costellato di ristorantini che mettono in tavola la tradizione marinara del paese ed è circondato da calette che abbracciano un mare limpidissimo; una combinazione perfetta per week end rilassanti fatti di buon cibo, bagni rigeneranti e aperitivi sul mare al tramonto. Talamone ospita anche l’acquario della Laguna di Orbetello, museo che accoglie la flora e la fauna della laguna e centro di cura delle tartarughe marine Tartanet.

Ultimo lembo di terra a meridione del Parco regionale della Maremma, Talamone ha alle sue spalle chilometri e chilometri di natura rigogliosa, ideale per entusiasmanti escursioni a piedi, in bici o a cavallo. Presso l’acquario si trova il centro visite del parco naturale.

Talamone

Talamone

Ma le attività outdoor a cui Talamone è votato si svolgono in acqua e hanno una vela come mezzo di progressione. Difatti Talamone è uno dei più famosi hotspot del centro Italia per gli sport velici, dal kitesurfing, al windsurfing, alla barca alla vela. Nella baia a sud del il borgo spirano venti di scirocco, ostro, libeccio, grecale, maestrale, tanto da avere un’attività continua quasi tutto l’anno che rende questa località un vero e proprio paradiso per windsurfer e kiter, adatto anche per principianti e per curiosi.

Kitesurf

Kitesurf

A Talamone le spiagge che costeggiano la provinciale offrono scuole, corsi e noleggio delle attrezzature; oltre agli sport velistici è possibile praticare anche surf da onda e sup. Per giornate all’insegna di mare, tramonti indimenticabili e sport acquatici, Talamone rappresenta la meta ideale.

Talamone: cosa vedere e fare in breve

  • Il borgo medievale;
  • La Torre aldobrandesca;
  • L’acquario della Laguna di Orbetello;
  • Aperitivo al tramonto presso la caletta del Bagno delle Donne;
  • La caletta di ghiaia e mare cristallino di lato a Via dei Mille
  • Il tempio etrusco di Talamonaccio;
  • Il Parco regionale della Maremma;
  • Sport velistici: windsurfing, kitesurfing, vela.

Portale turistico di Talamone

Come arrivare:

 

Nessun commento su Talamone, le spiagge una volta dei pescatori, oggi meta dei kitesurfer

Kitesurf nella Maremma Toscana

La costa, da Follonica fino al Monte Argentario, è ricca di spot dove poter fare kite surf. Nei mesi estivi, da marzo a ottobre, ci sono venti termici che, soffiando da ovest e da…

La costa, da Follonica fino al Monte Argentario, è ricca di spot dove poter fare kite surf.

Nei mesi estivi, da marzo a ottobre, ci sono venti termici che, soffiando da ovest e da nord-ovest, scorrono lungo la costa e la rendono il luogo ideale per praticare il kitersurf. In questo articolo vi presentiamo i tre punti più vicini al Puntala Camp & Resort  dove potrete praticare questo sport e dormire immersi nella natura.

Kitesurf spots

Castiglione della Pescaia: fondale sabbioso e forte termico da ovest – nord ovest in grado di raggiungere anche i 20 nodi creano condizioni di acqua piatta. I venti ottimali sono quelli del quadrante occidentale mentre quelli orientali vengono da terra.

Kite Beach Fiumara

Puntone beach: qui i venti sono più moderati rispetto a Castiglione della Pescaia, adatto soprattutto ai principianti.

Surf Relax – Puntone

Marina di Grosseto: ampia spiaggia sabbiosa e priva di ostacoli, in estate è presente un termico da nord ovest che raggiunge i 20 nodi

PKS Beach – Castiglione della Pescaia

La Pks beach, vicino Marina di Grosseto

La Pks beach, vicino Marina di Grosseto

La scuola e il punto noleggio nella spiaggia del Puntone

La scuola e il punto noleggio nella spiaggia del Puntone

20081015_untitled_4811

20081015_untitled_9186

20090917_untitled_

Periodo

Le scuole sono aperte tutto l’anno, il vento non manca mai! Non vi resta che prendere la vostra attrezzatura e venire a trovarci!

Puntala Camp & Resort

 

Nessun commento su Kitesurf nella Maremma Toscana

Giro in Barca a Vela tra l’Isola d’Elba e Giglio

Navigare in Toscana in barca a vela è un’esperienza che lascia senza fiato, è vivere il mare all’ennesima potenza cullati solo dal rumore del vento e delle onde. In questo…

Navigare in Toscana in barca a vela è un’esperienza che lascia senza fiato, è vivere il mare all’ennesima potenza cullati solo dal rumore del vento e delle onde. In questo articolo vi diamo qualche spunto per trascorrere delle bellissime giornate  alla ricerca di baie nascoste e acque cristalline dove tuffarsi e raggiungere spiagge deserte.. comodamente dalla vostra barca!

La partenza può essere il porto di Punta Ala, lì sono numerose le possibilità di noleggiare una barca a vela con skipper e godersi il mare senza pensieri. Se però alla fine di questa esperienza vi sarà venuta voglia di imparare i rudimenti della vela, la nostra scuola vela organizza corsi sia per i principianti che per coloro che hanno già le basi e desiderano totale indipendenza.

Noleggiare una barca con skipper è il primo passo per avvicinarsi alla barca a vela e lasciarsi sedurre dalla magia del mare

Noleggiare una barca con skipper è il primo passo per avvicinarsi alla barca a vela e lasciarsi sedurre dalla magia del mare

Navigando in Toscana in barca a vela capita spesso di incontrare altre imbarcazioni.

Navigando in Toscana in barca a vela capita spesso di incontrare altre imbarcazioni. 

Come un catamarano

Come un catamarano

Il mare aperto e quella sensazione di pace e libertà

Il mare aperto e quella sensazione di pace e libertà

L'uscita dal Porto di Punta Ala

L’uscita dal porto di Punta Ala

 

150501_untitled_Canon EOS-1Ds Mark II_0001-54

L’isola d’Elba

La leggenda racconta che quando la Venere Tirrenica nacque, sorgendo dagli abissi marini, la collana di perle meravigliose che la adornava  si ruppe e le gemme caddero sparse in un vasto tratto di mare.
Da quel mare, per incanto, nacquero le isole e gli isolotti dell’Arcipelago Toscano: Isola d’Elba, Gorgona, Capraia, Pianosa, Montecristo, Cerboli, Palmaiola, Isola del Giglio e Giannutri. L’isola d’Elba è divisa oggi in 8 comuni: Portoferraio, Marciana, Marciana Marina, Campo nell’Elba, Capoliveri, Porto Azzurro, Rio Elba, Rio Marina, ed è un ottimo centro per spostarsi da un’isola all’altra dell’ Arcipelago Toscano

Lo scenario che offre la costa Elbana: spiagge dorate si susseguono a scogli di granito rendendo la vista spettacolare

Lo scenario che offre la costa Elbana: spiagge dorate si susseguono a scogli di granito rendendo la vista spettacolare

L’isola del Giglio

Più piccola rispetto all’isola d’Elba, solo 21 kmq di estensione, è rinomata per le sue bellezze naturali: il mare cristallino color smeraldo e un territorio per il 90% ancora selvaggio ne fanno il luogo ideale per le immersioni subacquee e per la navigazione alla scoperta di calette  nascoste e isolate. L’unico porto disponibile è Giglio Porto, piccolo e pittoresco.

Le case colorate di Giglio Porto.

Le case colorate di Giglio Porto.

Un'insolita vista dall'alto che svela il colore cristallino delle acque del Giglio

Un’insolita vista dall’alto che svela il colore cristallino delle acque del Giglio

Durante la navigazione perchè non arrivare fino all’isola di Giannutri? Importantissima sede di migrazione di rare specie di uccelli marini, è un’area marina protetta. L’approdo è possibile solamente a Cala Spalmatoio.

Cala Spalmatoio, l'approdo dell'isola di Giannutri.

Cala Spalmatoio, l’approdo dell’isola di Giannutri

Rientrare nel porto dopo una giornata in mare, godersi il tramonto e il mare calmo della sera, pensando già a dove veleggiare il giorno dopo. E se vi è venuta voglia di imparare il nostro Centro Velico è a vostra disposizione.

L'isolotto dello Sparviero rientrando nel porto di Punta Ala

L’isolotto dello Sparviero rientrando nel porto di Punta Ala

Il mare calmo della sera e un tramonto goduto dalla barca

Il mare calmo della sera e un tramonto goduto dalla barca

 

 

 

Nessun commento su Giro in Barca a Vela tra l’Isola d’Elba e Giglio