Food

Un viaggio nel gusto: per conoscere il cibo toscano, i prodotti tipici, le ricette, i profumi, i colori e o sapori della Maremma e della tradizione mediterranea.

Fagioli all’Uccelletto, la vera ricetta Toscana

Vi proponiamo un secondo piatto o contorno tipico Maremmano, i fagioli all’Uccelletto. La preparazione che vi proponiamo è stata curata dagli amici di Ricette al volo. INGREDIENTI PER 4 PERSONE…

Vi proponiamo un secondo piatto o contorno tipico Maremmano, i fagioli all’Uccelletto. La preparazione che vi proponiamo è stata curata dagli amici di Ricette al volo.

fagioli uccelleto ricetta Toscana

Fagioli all’Uccelletto ricetta Toscana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 400 gr di fagioli cannellini secchi
  • 200 gr di polpa di pomodoro
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 rametti di salvia
  • sale e pepe qb
  • peperoncino
  • qualche cucchiaio di acqua di cottura dei fagioli

PREPARAZIONE:

Importante: mettete a bagno i fagioli cannellini la sera prima di cucinarli lasciandoli in ammollo per tutta una notte.

  1. Scolateli e riempite una pentola capiente con dell’acqua fredda versandoci i legumi.
  2. Aggiungete un rametto di salvia, un cucchiaio di olio e uno spicchio d’aglio. Alzate il fuoco e portate velocemente a ebollizione.
  3. Una volta a bollore, abbassate al minimo e fate cuocere a fuoco lento per almeno 40-45 minuti.

Per la salsa

  1. Fate soffriggere l’aglio intero con un rametto di salvia e 4 cucchiai di olio. Aggiungete la polpa di pomodoro, un cucchiaio di acqua di cottura dei fagioli, sale e pepe nero e fate cuocere. Aggiungete del peperoncino, se vi piace.
  2. Dopo circa 10 minuti aggiungete i fagioli scolati e se occorre anche un altro mestolo di acqua di cottura, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere ancora fino a che tutti gli ingredienti si saranno ben amalgamati e i fagioli saranno cotti alla perfezione.

Serviteli accompagnandoli con delle fette di pane toscano leggermente tostato, pensando alle colline Toscane!

Nessun commento su Fagioli all’Uccelletto, la vera ricetta Toscana

Ristorante “Gli Attortellati”: cucina tipica a chilometro zero

Ristorante e azienda agricola tra le più note della Toscana, nella Maremma grossetana, unisce i sapori della tradizione tra biologico, gluten free e sapienza contadina Cucina: tipica maremmana Piatto tipico:…

Ristorante e azienda agricola tra le più note della Toscana, nella Maremma grossetana, unisce i sapori della tradizione tra biologico, gluten free e sapienza contadina

  • Cucina: tipica maremmana
  • Piatto tipico: tortelli
  • Prodotti: pasta fatta in casa, verdure e carne a km zero
  • Fascia di prezzo: € 24- €30 a testa
  • Orari di apertura: tutti i giorni 19:30-22:30, sabato e domenica aperto anche a pranzo 13:00-15:00
  • Atmosfera: informale, per famiglie, gruppi

Non lontano da Castiglione della Pescaia c’è una locanda celebre anche oltre confine, che con la propria genuinità ha contribuito ad esportare l’eccellenza e l’abbondanza della tipica cucina maremmana, con i suoi sapori e i famosi Tortelli.

Immerso nel verde ma a soli 2 km dall’ultimo complesso cittadino, Gli Attortellati è un gioiello di ristorazione rurale.

Uscendo dal Centro Commerciale Aurelia Antica si percorre la Strada della Trappola, godendo del paesaggio finché un cartello semicoperto dagli eucalipti spunta ad indicare la destinazione.

Eccoci arrivati all'ingresso

Eccoci arrivati all’ingresso

Il ristorante sembra appartenere ad un altro secolo, ma in realtà nasce nel non troppo lontano 1999. La gestione? Familiare!

L’inizio si deve a Grazia e Carlo, la cui sapienza contadina si rispecchia in un regime rigorosamente biologico: cottura prevalentemente a legna, marmellate, pane, pasta e dolci artigianali, salumi prodotti con i maiali “di casa” incrociati con la Cinta Senese. Oggi l’azienda agricola e il locale sono gestiti dai cinque figli (Massimiliano, Cristina, Simone, Aurora e Nicola): vantano una cucina professionale, una cantina di vini curata da un sommelier Ais e tantissime idee in continuo sviluppo.

Al lavoro con la pasta fatta in casa

Al lavoro con la pasta fatta in casa

Gli Attortellati è un ristorante a “metri zero”. Già dal parcheggio si nota l’immenso orto che quotidianamente rifornisce di materie prime i gestori, tra verdure ed erbe aromatiche. Poco più in là, gli allevamenti ed il frutteto. Tutti prodotti che si ritrovano sulla tavola apparecchiata in stile casalingo.

Altro aspetto tipico è la formula del menù, una sorta di all you can eat maremmano composto da ben nove portate: quattro antipasti, due primi, un secondo con contorno e il dolce. Prezzo: € 30,00 cad., bevande escluse.

I famosi Tortelli maremmani

I famosi Tortelli Maremmani

Gli Attortellati offre anche altri servizi molto apprezzati:

  • menù ridotti;
  • gluten free;
  • cucina vegetariana;
  • piatti per bambini;
  • dog friendly.

A chi è in compagnia del suo cane basterà portarlo al guinzaglio, e l’accesso è consentito! Se segnalato al momento della prenotazione, si potrà avere un tavolo dove l’amico di scorribande avrà più spazio, indisturbato dagli altri avventori.

Contatti:

Telefono: 0564-400059, 328-4572663

Come arrivare:

Nessun commento su Ristorante “Gli Attortellati”: cucina tipica a chilometro zero

Cantucci con le mandorle, la ricetta Toscana

La scorsa estate abbiamo scoperto che alcuni dei nostri ospiti erano appassionati di cucina. Come ce ne siamo accorti? Dal profumino dei piatti che cucinavano nella Mobile home che si diffondeva…

La scorsa estate abbiamo scoperto che alcuni dei nostri ospiti erano appassionati di cucina.
Come ce ne siamo accorti? Dal profumino dei piatti che cucinavano nella Mobile home che si diffondeva nelle vie del Resort all’ora di pranzo e cena!
Come potevamo non prendere spunto dal loro blog  “Ricette al volo”, per  riproporvi qualche ricetta tipicamente Toscana, come questa!
cantucci Toscani alle mandorle

Cantucci Toscani alle mandorle

Ingredienti per 30-35 biscotti:

  • 500 g di farina 00
  • 350 g di zucchero
  • 4 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • un pizzico di sale
  • 150 g di mandorle tostate (oppure nocciole)
  • 1 bustina di lievito per dolci

PREPARAZIONE

  • Tostate le mandorle (senza la pellicina) nel forno ben caldo per qualche minuto, quindi tritatele grossolanamente con un coltello.
  • Fate una fontana con la farina, lo zucchero, il lievito, il sale e la vanillina, nel buco che si viene a creare versatevi le uova intere. Amalgamate bene tutta la farina ed impastate velocemente.
  • Formate due filoncini di circa 4 cm di larghezza e disponeteli ben distanziati sulla teglia ricoperta da carta forno. Cuoceteli a 180° in forno statico per circa 20 minuti.
  • Estraete la teglia, aspettate qualche minuto che intiepidiscano e tagliate i filoncini a fettine diagonali di circa un centimetro di larghezza.
  • Ripassate i biscotti di nuovo in forno per circa 5 minuti per lato. In questo modo diventeranno belli croccanti.

I cantucci vanno accompagnati con del buon Vin Santo, dove andranno inzuppati

 

Nessun commento su Cantucci con le mandorle, la ricetta Toscana

Ricetta della zuppa di pane Toscano

La scorsa estate abbiamo scoperto che fra i nostri ospiti c’era una ragazza che si dilettava in cucina (e avreste dovuto sentire il profumino dei piatti che cucinava nella Mobile…

La scorsa estate abbiamo scoperto che fra i nostri ospiti c’era una ragazza che si dilettava in cucina (e avreste dovuto sentire il profumino dei piatti che cucinava nella Mobile home come si diffondeva nelle vie del Resort all’ora di pranzo e cena)!
Dalla sua passione è nato un blog, “Ricette al volo”, da dove abbiamo preso spunto per la preparazione di qualche piatto tipicamente Toscano, come questo!

 

La zuppa di Pane Toscana

La zuppa di Pane Toscana

 

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

  • 400-500 g di pane raffermo del tipo toscano (senza sale) o comunque con la mollica compatta
  • un barattolo di fagioli cannellini già lessati
  • tre carote
  • tre coste di sedano
  • una cipolla bianca
  • tre-quattro patate medie
  • tre zucchine
  •  un mazzolino di bietole
  • un mazzetto di cavolo nero
  • una manciata di fagiolini
  • due cucchiai di concentrato di pomodoro
  • dado granulare vegetale qb
  • sale e pepe
  • olio extravergine d’oliva qb

PREPARAZIONE

Lavate e mondate tutte le verdure. Prendete un tegame dai bordi alti e fate soffriggere la cipolla tagliata fine nell’olio (circa sei cucchiai). Quindi aggiungete le patate, le carote e il sedano tagliati a cubetti. Salate e fate insaporire. Aggiungete 500 ml di acqua e fate cuocere con il coperchio.

Dopodiché aggiungete tutte le altre verdure. Ricoprite con altra acqua, aggiungete due cucchiaini di dado granulare, il concentrato di pomodoro e fate bollire il minestrone per almeno 40-50 minuti.

Quando tutte le verdure saranno ben cotte unite i fagioli cannellini,  sciacquati e scolati. Assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale. Fate bollire il minestrone per altri dieci minuti quindi lasciatelo a raffreddare.

Ora prendete un piatto fondo o un’insalatiera e sistematevi alcune fette di pane toscano raffermo. Ricoprite le fette con una bella quantità di minestrone, un giro d’olio a crudo e fate via via altri due strati.

Riponete il piatto in frigorifero almeno un paio d’ore. Una volta fredda, servite la zuppa di pane toscana con della cipolla bianca tagliata fine.

Un piccolo trucco: per addolcire la cipolla e togliere l’aroma intenso lasciatela a bagno per alcune ore in acqua fredda.

Nessun commento su Ricetta della zuppa di pane Toscano

La ricetta: cinghiale in umido alla Maremmana

Le ricette della nostra Governante, Mina! Questa volta vi spieghiamo come fare il cinghiale in umido da veri Maremmani! Ingredienti 1200 g di polpa di cinghiale 400 g di olive…

Le ricette della nostra Governante, Mina! Questa volta vi spieghiamo come fare il cinghiale in umido da veri Maremmani!

Ingredienti

  • 1200 g di polpa di cinghiale
  • 400 g di olive nere
  • 800 g di polpa di pomodoro
  • 1 l di vino rosso
  • q.b. rosmarino
  • q.b. salvia
  • q.b. alloro
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 2 cipolle
  • uva bianca e pomodorini a guarnizione

Preparazione:

lavare bene il cinghiale, tagliarlo a tocchetti e metterlo in un tegame a fuoco lento con un rametto di rosmarino, aglio, salvia, mezza cipolla e qualche foglia di alloro. Togliere mano a mano l’acqua che farà, questo procedimento infatti serve per renderne il sapore meno forte. Dopo aver tolto tutta l’acqua in un nuovo tegame mettere di nuovo gli odori freschi con dell’olio Evo, e far rosolare la carne. Sfumare con del buon vino rosso Toscano ( Mina ci suggerisce un corposo morellino ), aggiungere la passata di pomodoro e far cuocere per circa 3 ore. Una mezz’ora prima dell fine cottura aggiungere olive nere a piacere e terminare la cottura. Et voilà! Servire con patate arrosto o insalata!

Nessun commento su La ricetta: cinghiale in umido alla Maremmana

Ristorante La terra di Nello

Target: carne Classificazione: gruppi, famiglie, coppie e bambini. Possibilità di mangiare all’aperto  Prodotti: pasta e tagli particolari di carne Toscana. Bistecca Fiorentina Cucina: bistecca Fiorentina alla brace, salumi e formaggi Toscani Piatto tipico: bistecca…

  • Target: carne
  • Classificazione: gruppi, famiglie, coppie e bambini. Possibilità di mangiare all’aperto 
  • Prodotti: pasta e tagli particolari di carne Toscana. Bistecca Fiorentina
  • Cucina: bistecca Fiorentina alla brace, salumi e formaggi Toscani
  • Piatto tipico: bistecca Fiorentina e tartare
  • Fascia di prezzo: €45 – €60 a testa
  • Orari di apertura: tutti i giorni in estate- 19:00 – 00:00. Aperto domenica a pranzo
La Terra di Nello, l'esterno

La Terra di Nello, l’esterno

La Terra di Nello, tagliere Toscano

La Terra di Nello, i piatti principali

La Terra di Nello, i piatti principali

Nessun commento su Ristorante La terra di Nello

La ricetta: Tortelli Maremmani al ragù

L’autentica ricetta dei Tortelli Maremmani al ragù svelata da Mina, la nostra Governante! Ingredienti per 4 persone: Per la sfoglia: 2 uova, 200 grammi di farina un pizzico di sale…

L’autentica ricetta dei Tortelli Maremmani al ragù svelata da Mina, la nostra Governante!

Ingredienti per 4 persone:

Per la sfoglia:
  • 2 uova,
  • 200 grammi di farina
  • un pizzico di sale
  • acqua q.b.
Per il ripieno:
  • 250 grammi di ricotta mista
  • 300 grammi di spinaci
  • sale
  • noce moscata
  • parmigiano grattugiato a piacere
Per il sugo:
  • 250 grammi di macinato di manzo
  • olio extravergine
  • 1 cipolla grande
  • odori per il soffritto
  • sale e pepe q.b.
  • 250 grammi di pelati
  • vino rosso q.b.
Alcuni degli ingredienti necessari per preparare i Tortelli maremmani

Alcuni degli ingredienti necessari per preparare i Tortelli maremmani

Preparazione:

Fate soffriggere nell’olio extravergine gli odori fino all’ottenimento di un soffritto ben cotto. Aggiungere il macinato e continuare a rosolare a fondo fino a sfumare con il vino. Aggiungere i pelati e far sobbollire il sugo per almeno un‘ora. Ora passiamo alla pasta dei tortelli: fate il vulcano di farina, sbatteteci dentro le uova, l’acqua ed il sale e cominciate a lavorare, fino all’ottenimento di una palla di impasto elastica .

Tortelli maremmani: l’impasto

Affinate in strisce sottili larghe circa 15 centimetri.

Tortelli maremmani: l’impasto

Preparate poi il ripieno in una zuppiera mescolando la ricotta,gli spinaci lessati, il parmigiano, la noce moscata ed il sale, fino all’ottenimento di un impasto omogeneo. L’impasto così ottenuto lo deporrete con un cucchiaio al centro della sfoglia tirata in precedenza, in mucchietti distanti circa 10 cm l’uno dall’altro, ripiegando la sfoglia su se stessa e chiudendola con una forchetta tra un mucchietto e l’altro e lungo il bordo otterrete i tortelli. Mi raccomando lasciate tanto marciapiede! Tagliateli con la rotella tagliapasta e lessateli in acqua bollente salata per circa 5 minuti. Scolateli bene, conditeli con abbondante sugo e serviteli subito! Buon appetito!

Tortelli Maremmani al ragù

Nessun commento su La ricetta: Tortelli Maremmani al ragù

Pasticceria “La compagnia del Dolce Siciliano”

Target: pasticceria di tradizione Siciliana, gelati, torte e granite Classificazione: gruppi, famiglie, coppie, bambini Prodotti: gelati artigianali e piccola pasticceria, pizze, pasta di mandorle, arancini Cucina: Siciliana e Italiana Piatto tipico: granite, cassate…

  • Target: pasticceria di tradizione Siciliana, gelati, torte e granite
  • Classificazione: gruppi, famiglie, coppie, bambini
  • Prodotti: gelati artigianali e piccola pasticceria, pizze, pasta di mandorle, arancini
  • Cucina: Siciliana e Italiana
  • Piatto tipico: granite, cassate e cannoli
  • Prezzo medio: €2- €5.
  • Orario di apertura: tutti i giorni fino a tarda sera.

Sacher

Gelato artigianale

Gelato artigianale

Piccole cassate Siciliane

Piccole cassate Siciliane

Il banco della pasticceria

Il banco della pasticceria

Come arrivare

 

Nessun commento su Pasticceria “La compagnia del Dolce Siciliano”

Cantina Sassotondo

In cammino lungo le Vie Cave, vi raccontiamo la Cantina Sassotondo. Viaggiare nella Maremma Toscana senza aver mai visitato una cantina, è come sedersi a tavola in una trattoria dell’entroterra Maremmano…

In cammino lungo le Vie Cave, vi raccontiamo la Cantina Sassotondo.

Viaggiare nella Maremma Toscana senza aver mai visitato una cantina, è come sedersi a tavola in una trattoria dell’entroterra Maremmano e bere acqua invece di buon vino. In una calda giornata di luglio, in cammino nelle Vie Cave di Pitigliano, ci siamo trovati di fronte ad un curioso manufatto tondo, che spaziava sulla vista di alcuni cavalli al pascolo: la Cantina Sassotondo.

L’ingresso della cantina Sassotondo, lungo l’itinerario delle vie Cave che collegano Pitgliano a Sovana

L’ingresso della cantina Sassotondo, lungo l’itinerario delle vie Cave che collegano Pitgliano a Sovana

Carla Benini, la proprietaria, ci accoglie nella sua cantina con un bel sorriso e ci fa subito accomodare all’interno dell’ampio patio della sala degustazione.  Agronoma di origini Trentine, insieme al marito Edoardo Ventimiglia figlio d’arte nel mondo cinematografico, decide nel 1990 di acquistare una vecchia casa “scassata” e qualche ettaro di terra. Di lì a poco diventeranno un vigneto di 12 ettari coltivato nei prinicipi della  “biodinamica”.

Cosa significa? Carla ci spiega che equivale ad instaurare un rapporto rispettoso ma attivo con la pianta, stimolandone le energie e la tensione sia verso la terra, che verso il sole.

Carla Benini, la proprietaria, ci accoglie nell'ampio patio della sala degustazione

Carla Benini, la proprietaria, ci accoglie nell’ampio patio della sala degustazione

Siamo un po’ perplessi, ma entrando nella cantina scavata nel tufo, l’entusiasmo sale. Di fronte a noi innumerevoli botti di legno si parano alla nostra vista. Carla ci parla del suo vino di punta, il “San Lorenzo”, un ciliegiolo in purezza, morbido e speziato,  che abbiamo avuto modo di assaggiare poco prima.  Ci mostra anche il più commerciale ma ottimo “Ombra Blu” che piace tanto agli stranieri, ci dice sorridendo.

Le botti di legno all'interno della cantina scavata nel tufo

Le botti di legno all’interno della cantina scavata nel tufo

Ce ne andiamo, non senza aver prima acquistato qualche bottiglia, con la convinzione che la Maremma Toscana è una terra che riserva sempre grandi sorprese. Il nostro mare ci aspetta: cosa c’è di meglio di un buon calice di vino sorseggiato al tramonto in spiaggia?

Come arrivare:

Nessun commento su Cantina Sassotondo

Ristorante Isolotto

Target: : pesce fresco (pescato del giorno), cucina mediterranea, crudo, insalate. Classificazione: tavoli all’aperto e al chiuso, vicino alla spiaggia, ristorante semi informale, adatto alle famiglie e per coppie. Prodotti: tutti i…

  • Target: : pesce fresco (pescato del giorno), cucina mediterranea, crudo, insalate.
  • Classificazione: tavoli all’aperto e al chiuso, vicino alla spiaggia, ristorante semi informale, adatto alle famiglie e per coppie.
  • Prodotti: tutti i giorni prodotti freschi e di stagione.
  • Cucina: mediterraneo, vegano, vegetariano, per celiaci, piatti freddi con ampia scelta di insalatone. Pesce alla griglia.
  • Piatto tipico: polpo alla griglia.
  • Prezzo medio: da 20 a 40 € a testa.
  • Orario di apertura: 12:30 – 14:30 19:00-23:00 sette giorni su sette.
La sala esterna del ristorante

La sala esterna del ristorante

 

Polpo alla griglia su letto di patate

Polpo alla griglia su letto di patate

 

Una delle specialità della casa: tartare di tonno con mango

Una delle specialità della casa: tartare di tonno con mango

Nessun commento su Ristorante Isolotto